Con il DiretTour scopriamo la bontà anche “a domicilio”, della Pizza fritta dell “Antica Pizzeria De Figliole” F.lli Apetino, di Casoria

Le sedi storiche delle medesime Pizzerie di Napoli, spesso aprono tante altre filiali in città permettendo che il proprio e miglior prodotto sia gustato da più persone, magari soprattutto quelle impossibilitate a raggiungerli. L’esempio più noto nel mondo della Pizzeria è Michele Condurro, che con la Propria Associazione MITW( Michele In The World) garantisce le proprie bontà, esportando. Beh, il prodotto mangiandolo per curiosità, pregandolo per notorietà ed amandolo per bontà ha obbligato ad un’estensione globale, ma c’è chi come l Antica Pizzeria Add e Figliuole producendo la popolare ma mitica Pizza fritta preferisce restare in città o in provincia.

Perchè a Napoli capita precisamente Via Giudecca Vecchia al civico 36, incontrino questo locale storico, ormai punto di riferimento per i patiti della suddetta: la Pizzeria “De’ Figliole” (“Delle bambine”), fondata intorno al 1860, nel Vasto (nei pressi della Stazione centrale), fu la mamma del signor Gennaro Apetino, nonno delle signore Giuseppina, Immacolata e Carmela a cui da padre delle sue figliole:” Anna, Antonietta, Nunzia e Rita” dedicò il locale. La storia negli anni ha resistito, grazie alla bontà del proprio prodotto, che ha fatto la prima, così nasce il bisogno di ingrandirsi, aprendo altre sedi, come quella a Casoria a cui indirettamente è stato possibile realizzare un DiretTour, gustando in sede il prodotto, che si rivela soddisfacente a pieno! In primis bisogna, anzi devo, ringraziare i ragazzi per il pensiero e non solo per ingordigia ma perchè ho potuto assaporare un prodotto ben fatto, come quello già provato della Sede storica.

Purtroppo, molto spesso, è luogo comune pensare che quelle che verranno saranno solo copie leggermente somiglianti all’originale, ed invece ho potuto testare che il prodotto è buono lo stesso, riesce ad essere fragrante e caldo nonostante il viaggio e la copertura di un semplice fazzoletto di carta. Gli ingredienti all’interno non troppo mischiati tra loro ma ben amalgamati in modo che la ricotta non avesse la meglio sui ciccioli(  prodotto alimentare ottenuto dalla lavorazione del grasso presente nel tessuto adiposo interno del maiale nella preparazione dello strutto), e che soprattutto il pomodoro è utilizzato solo per sporcare, giusto per donare un gusto in più che non stanca. L’olio non è mai di troppo ad ogni morso non cola, è ben tirato, anche se arrivata dopo un bel tragitto cittadino risulta essere ancora fragrante.

Certo nasce la curiosità di gustarla calda, magari sul luogo, appena prodotta, perchè acquisirebbe un valore maggiore e in più, per cui questo DiretTour a domicilio ne ispirerà altri dal vivo ma soprattutto altri simili, per iniziare a conoscere tante altre attività che siamo impossibilitati a raggiungere. Alla prossima tappa! Magari in sede…

Eugenio Fiorentino : https://www.fllifiorentinoblog.it/2022/05/28/con-il-direttour-constatiamo-la-bonta-anche-a-domicilio-della-pizza-fritta-dell-antica-pizzeria-de-figliole-f-lli-apetino-di-casoria/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...